20 Marzo: Giornata Internazionale della Felicità

20 Marzo: Giornata Internazionale della Felicità

Marzo 19, 2021 0 Di Caterina

Il 20 marzo è la Giornata internazionale della felicità.

Questa Giornata è stata istituita dall’Assemblea generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) per promuovere a livello globale la felicità come priorità della vita.

La ricerca della felicità è un diritto fondamentale di tutti gli esseri umani, ma è anche un obiettivo che può essere raggiunto solamente attraverso l’impegno costante di tutti.

Il 20 marzo non è una data qualsiasi: coincide con l’equinozio di primavera e fu scelta come Giornata mondiale della felicità perché simbolo beneaugurante di rinascita della Natura. L’arrivo della primavera è motivo di festa praticamente per tutti i popoli della Terra e per questo l’Onu ha ritenuto opportuno sovrapporvi la celebrazione di un desiderio universale e trasversale come, appunto, la felicità.

Non esiste una ricetta per essere sempre felici e le ragioni che rendono felice ognuno di noi sono molteplici.

Essere felici è la cosa più importante del mondo e non dipende da ciò che possediamo!

In questa occasione si possono invitare i bambini a descrivere e raccontare cos’è la felicità, riflettere su quali siano le cose che rendono davvero felici le persone, ricordare dei momenti felici, esplorare insieme a loro il mondo delle emozioni.

Brainstorming: cosa ti rende felice?

Di seguito potete trovare altre mie proposte didattiche:

1) mini book da completare con riflessioni, disegni, pensieri sulla felicità

2) Lettura dell’ albo illustrato “Il venditore di felicità” di Davide Calì e Marco Somà, edito da Kite edizioni

Il Signor Piccione è un venditore, ma non uno qualsiasi, lui vende la felicità, la vende in barattoli piccoli, medi o grandi, tutto secondo le disponibilità dei tanti clienti che accorrono al suo furgoncino tintinnante. Ogni acquirente ha una richiesta particolare: la Signora Quaglia ne vuole un barattolo grande da dividere con gli amici, la Signora Scricciolo se ne può permettere uno piccolo e basta, mentre la Signora Upupa ne acquista per farne dei pensierini per Natale. Tutti hanno voglia di felicità e anche se qualcuno la rifiuta (il Signor Storno che è un artista) lo fa per posa, più che per convinzione, c’è anche chi invece se la compra su internet… insomma tutti voglio essere felici. “Ormai si vende qualsiasi cosa” e siamo convinti che davvero tutto si possa comprare.

Una storia semplice, ma straordinaria, che ci insegna che la felicità è nelle piccole cose ed è già dentro di noi. Sembra irraggiungibile eppure…è tutta intorno a noi. Basta fermarsi, osservare bene e godersi i dettagli della vita. Questo libro è un capolavoro, un libro per tutte le età e che sicuramente vi farà felici! 😊

Dopo la lettura i bambini potranno realizzare il loro barattolo della felicità della classe

Ti piacciono queste proposte?

Fammi sapere lasciando un commento, grazie!